Bradaric, pronto a far bene col Cagliari

"Sono molto felice di essere a Cagliari, per me è un onore vestire questa maglia e giocare nella serie A italiana. Mi hanno fatto tante proposte, ma la mia prima scelta è stata sempre Cagliari. Il primo impatto è stato bellissimo". Sono le prime parole in rossoblù di Filip Bradaric, classe 1992, centrocampista croato appena acquistato dalla società di Tommaso Giulini. "Ci sono già due giocatori croati, sono sicuro che mi troverò molto bene - ha aggiunto il giocatore incontrando i giornalisti - Srna in Russia, prima della finale, mi ha ulteriormente convinto: mi ha detto di andare a Cagliari e di non perdere quest'occasione perché i tifosi sono magnifici". Indosserà la maglia numero 6, mai utilizzata finora dopo l'addio al calcio di Diego Lopez. "Ho chiesto il permesso, perché so che è appartenuta a un grande giocatore per la storia rossoblù", ha spiegato Bradaric. Lui è vicecampione del mondo: "Siamo riusciti a compiere una grande impresa - ha confessato - È stato anche molto stressante, avevo bisogno di riposo. Ora ho effettuato due allenamenti con il Cagliari, mi sono trovato molto bene, ma posso ancora crescere". Preoccupazioni? "No, mi preoccupa solo la lingua - ha risposto - andrò a lezione e alla prossima conferenza stampa spero di parlare bene l'italiano". Il possibile incontro con Modric? "È il numero uno al mondo, mi farebbe un grande piacere anche perché confermerebbe il gran valore della serie A. Il mio ruolo? Spero di poter dare il massimo anche grazie alle esperienze con la mia ex squadra e con la Nazionale. Di solito ho giocato a centrocampo, ma sono disponibile per ogni ruolo: mi è capitato di giocare anche vicino alla difesa e all'attacco". Pronto per l'amichevole di domani con l'Atletico Madrid? "Ho fatto solo due allenamenti - ha chiarito - decide il mister". (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Sardegna News
  2. Sardegna News
  3. Sardegna News
  4. Sardegna News

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Villanovaforru

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...